Mappatura patrimonio

Mappatura patrimonio

L’azione mira a produrre un cambiamento crescente e diffuso nella modalità di approccio al restauro, alla valorizzazione e alla conservazione del patrimonio edilizio identitario di cui l’area è ricca, attraverso tre fasi successive:

  • la mappatura dei beni considerati patrimonio identitario,
  • percorsi di formazione per gli attori del territorio (anche provenienti dall’area urbana),
  • coinvolgimento della popolazione, con particolare attenzione alle giovani generazioni,
  • la realizzazione e divulgazione di un manuale completo con conseguenti accordi/convenzioni con gli ordini professionali, con le scuole (scuola edile e Istituti per Geometri) e i Sistemi museali locali di Valle Trompia e Valle Sabbia per la diffusione delle buone prassi ivi contenute.

L’azione prevede dunque l’analisi della situazione attuale (mappatura dei luoghi e dei potenziali attrattori) e l’individuazione di quelli maggiormente funzionali alle strategie d progetto partendo da gli elenchi già in possesso dei PGT e comparati con mappe catastali storiche (Fase di analisi conoscitiva). L’operazione di mappatura sarà attuata dall’Università di Brescia in collaborazione con la Comunità Montana di Valle Trompia e la Comunità Montana di Valle Sabbia (tramite i due Sistemi museali riconosciuti da Regione Lombardia) con il coinvolgimento degli ecomusei riconosciuti da Regione Lombardia e quindi di cittadini, in particolare le nuove generazioni, attraverso la “mappa di Comunità”.

Soggetto/i attuatore/i: Università di Brescia, coordinata con la Comunità Montana di Valle Trompia e Comunità Montana di Valle Sabbia

Aderenti alla rete coinvolti: Università degli studi di Brescia ed in particolare il dipartimento DICATAM, i due Sistemi museali locali, l’Ecomuseo di Valle Trompia La Montagna e l’industria e dell’Ecomuseo

Comune/i coinvolto/i: questa azione si ritiene trasversale al territorio (e comprende il territorio nella sua interezza di area interna).

Costo totale: 86.571,43€

#valliidentitarie, #innovarelatradizione, #ruralità, #attrattività